martedì 27 marzo 2012

Scent of a woman - NSFW

Qualche tempo fa un mio ex (risalente a quando avevo gusti dubbi in fatto di uomini) condivise questo video.
 

Poco dopo ne parlò anche la Littizzetto a "Che tempo che fa", motivo per il quale potreste già conoscere il mirabolante prodotto di cui mi accingo a parlarvi. Ad ogni modo, se ignorate di cosa si tratti, vi illumino. Questo spot pubblicizza una nuova fragranza dal nome allusivo, che lascia molto all'interpretazione, con quel gusto dell'eufemismo che ti lascia un po' perplesso e ti fa domandare se hai capito bene.
Vulva.
Non sto scherzando, questo profumo si chiama Vulva. Ed è assolutamente fedele al nome che porta.


Hai appena acquistato uno di quegli agghiaccianti profumi ai feromoni che ti promettono di cuccare anche se somigli a Gargamella? Stai a piedi. "Vulva" è la nuova frontiera della sensualità.
Come orgogliosamente dichiarato sul sito ufficiale, ovviamente anch'esso di dubbio gusto per altro, i tecnici di Vulva Original dopo anni e anni di studi sono riusciti a conservare la fragranza femminile perfetta e ad intrappolarla in un comodissimo dosatore tascabile. Che poi ti immagino, tu chimico tapino, che avrai sbattuto il cranio sui libri universitari per ore e ore fino a farti lacrimare gli occhi, e ti ritrovi impiegato alla Vulva Original chiuso in laboratorio per anni a tentare di ricreare proprio quell'odore là. Tra l'altro insomma, diciamocelo, decontestualizzato può fare anche un po' schifo.
Ad ogni modo, questo geniale ritrovato della tecnica è stato pensato per gli uomini veri, quelli che non devono chiedere mai, che in ogni momento possono così avere lo spettro di una femmina a portata di narice. Ovviamente è assolutamente indicato e caldamente consigliato anche per le donne. Marilyn metteva due gocce di Chanel n°5 dietro alle orecchie? Che banalità! Usate Vulva Original piuttosto, l'ideale per accalappiare esemplari di maschio che neanche vi sognate.
Se siete interessati a questo imperdibile prodotto dovete solo andare sul sito e consegnare 25 preziosissimi dollari nelle loro tasche. In poco tempo vi vedrete recapitare a casa un pacco assolutamente anonimo, senza alcun tipo di logo, così né il postino né la vecchia dirimpettaia col barboncino sapranno mai chi si nasconde dietro la facciata da uomo rispettabile. Personalmente io vi consiglierei anche un bravo psicologo e un'agenzia matrimoniale, che sarà triste ma è sempre meglio di questo. Però si sa, de gustibus non disputandum est.
Se invece siete dei creativi e tutto questo vi stimola irrimediabilmente le sinapsi, è la vostra occasione. Hanno indetto un concorso tramite il quale cercano "gente creativa che produca un video di VULVA che sia straordinario, folle o molto divertente, e che venga caricato su YouTube.". Accorette numerosi perché in palio ci sono ben 500$ più forniture gratuite del prodotto sufficienti per qualche centiniaio di nasi dall'olfatto sopraffino. Vi basterà raggiungere 250.000 visualizzazioni su YouTube, un'inezia praticamente. E poi, anche a non vincere, vuoi mettere l'orgoglio e l'imperitura gloria dell'aver partecipato a cotanto contest?
A seguire un delizioso esempio di possibile spot, una specie di Red Bull versione porno.


In ultimo vorrei segnalare la delicatezza con la quale hanno inserito le parole chiave per l'indicizzazione (lo so, deformazione professionale). Tutte visibili nei titoli e nell'url delle pagine. Vere finezze.

Be natural!

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina